Chi non sarebbe sospettoso? Fin dall'inizio, questo seminario promette miscele curative che danno nuova vita a tutto ciò che toccano. Le pozioni funzionano in modi difficili da spiegare e impossibili da vedere effettivamente. L'uomo che conduce la relazione è veloce e carismatico: vive persino in una terra lontana. L'intera cosa odora di olio di serpente.

Ecco il trucco: Gil Carandang, quest'uomo furbo delle Filippine, non sta cercando di venderci nulla. In effetti, vuole che compriamo il meno possibile: questo è il punto di questo seminario. La lezione che è ufficialmente all'ordine del giorno è la stessa del titolo formale dell'evento: "Coltivazione di microrganismi indigeni benefici". Ma ciò che viene veramente insegnato qui, il vero obiettivo, è l'emancipazione degli agricoltori.

Imparando a coltivare i microrganismi, i coltivatori diventano in grado di soddisfare le loro esigenze con ciò che esiste nella fattoria e possono smettere di acquistare emendamenti dalle aziende chimiche (fornitori che, alcuni potrebbero obiettare, sono i veri venditori ambulanti nell'agricoltura moderna). La tecnologia è nata dall'ingegno, ma si è diffusa per necessità finanziarie, principalmente tra gli agricoltori dei paesi in via di sviluppo per i quali i prodotti chimici per l'agricoltura sono dolorosamente costosi.

"Questa tecnologia può ridurre i costi dal 30 al 50%", afferma Carandang. “Sembra incredibile, ma è la percentuale che la maggior parte degli agricoltori spende in pesticidi e fertilizzanti. Nella mia fattoria abbiamo solo due medicinali: il Lacto bacillus e l'estratto di zenzero e aglio. Facciamo entrambi da soli. "

Imparare a farlo è ciò che ha attirato una folla esaurita in questa fattoria di ortaggi a Bolinas, in California, per uno dei rari seminari di Carandang in Nord America. (Il corso comprendeva sia la coltivazione di microrganismi che la produzione di estratti vegetali fermentati. Solo il primo è discusso qui.)

Tecniche convenienti che funzionano

È un allestimento semplice, con sedie stipate nella stalla e di fronte a un palco improvvisato nell'area di imballaggio. Due tavoli pieghevoli stanno al centro della scena. Su di loro giacciono gli strumenti inaspettati di questa fantastica tecnologia: una scatola di zucchero di canna generico e un bulbo d'aglio. Un litro di latte, un tagliere e un po 'di riso bianco cotto. Un litro della vodka più economica della California e un ragazzo alto della Miller High Life.

Sembra un pazzo, ma in realtà, Carandang ha studiato agricoltura in tutto il mondo, anche come studioso Fulbright. (Ora coltiva a tempo pieno nelle Filippine.) Questa strana esibizione di ingredienti non magici è la prova non di una finzione, ma piuttosto della sua enfasi nel rendere la tecnologia accessibile. Vedete, le discussioni sui microrganismi benefici di solito prendono uno dei due percorsi pericolosi. La gente o diventa new age con esso e spaventa gli ascoltatori, o (per paura di essere chiamata new age) legittima il concetto usando formule scientifiche complicate - con lo stesso effetto. Carandang prende la strada di mezzo.

"Nelle Filippine, di solito insegno a persone che non sono mai state a scuola, e ottengono tutto bene", dice. "Non abbiamo bisogno di sciocchezze altisonanti da queste parti."

Con la folla occidentale di oggi, distintamente istruita, il messaggio non arriva immediatamente. Tutti scarabocchiano follemente per tenere il passo con le chiacchiere di Carandang, attenti a non perdere una parola della lezione. Ma mentre stiamo cercando di capire come si scrive "falutin '", ci prende alla sprovvista. “Ciò che conta qui è che tu comprenda l'essenza stessa di questa idea. Quindi smettila di prendere appunti, ascolta. "

Alziamo la testa e mi rendo conto che Carandang parla da un'ora e non ha toccato nulla sul tavolo. Con un insegnante americano avremmo copie xeroxate di un programma e saremmo già nella sezione 2b. Invece, il nostro insegnante sta girando intorno all'argomento, staccando gli strati esterni del significato, incerandosi sui meccanismi macrocosmici della Natura.

Non lo sappiamo ora, ma questo approccio concettuale è essenziale per la pratica che siamo venuti a imparare. Comprendere l'idea stessa funziona come una sorta di inoculante; senza di essa, l'atto di Coltivare Microrganismi Indigeni Benefici è più o meno inutile.

"Questo è piuttosto che semplicemente 'Oh, spruzziamo questo e mettiamo questo fertilizzante ogni due settimane", dice. “Invece, devi solo aprire gli occhi e prestare attenzione, rallentare il processo. La pianta risponderà. Non letteralmente, ma ci dirà sempre cosa è sbagliato, cosa è carente. Come potresti sapere di cosa ha bisogno se non hai prestato attenzione? "

Coltivare il suolo, non le piante: costruire la vita e la biodiversità del suolo

Dietro Carandang e il palcoscenico improvvisato c'è un'antica foresta così fitta e intricata che difficilmente puoi distinguere i suoi singoli membri. Si scopre che è lo sfondo perfetto. Promuovere la salute e la crescita sono gli obiettivi di questa tecnologia, e la foresta ha entrambi in abbondanza, naturalmente. È a causa di esso biodiversità.

Conosciamo tutti il ​​discorso sulla biodiversità: più un luogo sostiene la vita, più varia; quella variazione significa competizione, che regola le popolazioni in numeri sani. Più un luogo può essere naturale, più si bilancia.

L'equilibrio naturale non è l'obiettivo dell'agricoltore, il suo lavoro è la coltivazione di membri selezionati dell'ecosistema. Ma ancora: colture singole, geometrie strette e l'eliminazione di insetti ed erbe infestanti significano un ambiente sterile che non può tenersi sotto controllo. Ma una fattoria con campi variegati e piante selvatiche e insetti che nutrono passeri che nutrono falchi è quella che comincia a riequilibrarsi.

Ora, pochi agricoltori importano falchi per rafforzare i loro ecosistemi agricoli. Non puoi inserire qualcosa di così alto nella catena alimentare e aspettarti che sopravviva. Invece, costruisci il sistema che lo supporta e i falchi arriveranno da soli.

"Non si tratta solo di NPK qui", dice Carandang. “Non si tratta solo di sole, aria, eccetera, ma di tutto. Si tratta di uno, di un'intera unità. Più riuscirai a capire questo, più sarai in grado di praticare una buona agricoltura. "

Piuttosto che coltivare piante, Carandang sostiene la coltivazione del suolo. Non moltiplicare lo sporco, ma costruire la vita e la diversità del suolo: questo è il fondamento di questo sistema. E i mattoni sono microrganismi, il cui lavoro più essenziale è scomporre i nutrienti in forme accessibili a piante e animali. Senza di loro, il pianeta sarebbe nuda roccia.

“C'è un proverbio cinese che dice: 'Aggiungi l'umiltà all'intelligenza, diventa saggezza. Aggiungi passione o fuoco alla saggezza, diventa illuminazione ", dice Carandang. “Nella fertilità del suolo, è la stessa base, questa è la mia opinione. È il fuoco che crea il suolo vivente e il fuoco sono i microrganismi ".

Questa è la parte in cui la maggior parte del mondo scuote la testa. Nessuna quantità di microrganismi potrebbe essere efficace quanto introdurre un carico di concime o spruzzando fungicidi. Sono troppo piccoli per essere potenti, troppo poco familiari per essere essenziali.

Eppure gli agricoltori fanno sempre affidamento su di loro. Quel colorante rosa sui semi di leguminose, per esempio, è lì per dirti che il seme fisserà l'azoto perché è stato cosparso con l'inoculante necessario - esso stesso un microrganismo benefico. Chiunque abbia mai visto il vapore di un cumulo di compost ha visto la forza dei microrganismi benefici e chiunque abbia mai assunto acidophilus per riprendersi dagli antibiotici li ha sentiti all'opera.

Qualsiasi agricoltore che abbia sofferto di Phytopthera o Verticillium conosce i microrganismi, ma non quelli buoni. Fortunatamente, come spiega Carandang, questi agenti patogeni costituiscono solo il XNUMX-XNUMX% di tutti i microbi. "Se fosse di più", dice, "saremmo tutti morti".

Le piante e gli esseri umani sono protetti dagli agenti patogeni dalla diversità: ciò porta alla concorrenza, che impedisce a ogni singolo microbo di andare fuori controllo. Nella foresta, questa diversità arriva naturalmente, poiché diverse piante e animali attraggono e supportano diversi microrganismi. Ma se hai, diciamo, solo uva e colture di copertura piantato, non stai incoraggiando la diversità; in effetti lo stai scoraggiando. Ecco perché introduci i microbi.

Fare microbi

Ma prima devi avere i microbi. E questo, ore dopo, è il motivo per cui siamo nella stalla, piuttosto freddi dopo essere rimasti qui per così tanto tempo, ma imparando pazientemente a coltivare microrganismi indigeni benefici.

L'atto stesso, in tutte le sue varianti, potrebbe richiedere 15 minuti per dimostrare. È una formula di base: prepara i carboidrati per attirare i microbi da un luogo: la sua aria, il suo suolo, le sue piante e gli animali. Nutri i microbi con lo zucchero in modo che si moltiplichino (o, nel caso dei bacilli Lacto, dagli da mangiare del latte per incoraggiare una popolazione specifica). Diluire la pozione e applicarla a tutto ciò che necessita di aiuto.

Se l'obiettivo è la pura diversità, i microbi vengono raccolti dal luogo più selvaggio che si possa trovare. Il proprietario di questa fattoria, Dennis Dierks, ha la natura selvaggia a due passi, e così ha raccolto i suoi microbi dai boschi dietro il palco di Carandang. Dove non c'è foresta, l'obiettivo è ancora quello di trovare il luogo con la maggiore diversità. Questo potrebbe essere anche nella stessa fattoria: un'area selvaggia dietro il cumulo di compost o una siepe sana. In effetti, più è vicino alla fattoria, meglio è, come i microbi più benefici sono quelli naturalmente adattati all'ecosistema.

Quando i microbi sono attratti e arrivano a mangiare i carboidrati, passano da invisibili a visibili, ma appena. I microbi della foresta vengono raccolti utilizzando riso bianco cotto e il successo è segnato dalla comparsa, dopo pochi giorni, di muffe. I latto bacilli sono annunciati dalla cagliatura del latte, altri microbi semplicemente da un odore aspro al liquido in cui si trovano. Aggiungi un po 'di zucchero, però, e la trasformazione è strabiliante.

L'anno scorso, ho visto le birre di Dierks mentre prendevano vita nel suo capanno. Non erano graziosi, per lo più liquidi marroni pastosi in brocche e secchi, ma la vita al loro interno era sbalorditiva. È andato a darmi un odore di uno, etichettato "Root Brew", solo per scoprire che il tappo della bottiglia era stato sigillato dal liquido che filtrava dall'interno. Strinse la bottiglia di plastica tra le mani, tirò e bang! Il tappo saltò via e il liquido esplose in tutto il capannone.

Restammo lì per un momento, le nostre braccia nude, il viso e le camicie marroni e bagnate, Dennis che teneva in mano quello che era diventato un vulcano sazio, calmo ma ancora gocciolante fuori dalla lava. "Se si trattasse di sostanze chimiche saremmo totalmente avvelenati in questo momento", ha detto, "per non parlare di un sacco di soldi. Ma questo è il bello. Invece, la tua pelle è morbida. Sembra vivo. Ed è gratis. Non sono così entusiasta dell'agricoltura da 25 anni ".

Più avanti nella stagione, molti clienti di lunga data di Dierks hanno commentato che i suoi prodotti avevano un sapore migliore rispetto agli anni passati e si sarebbero conservati più a lungo. Nel frattempo, Diane Matthews, un'altra contadina locale che aveva appreso le tecniche di Carandang, stava usando la sua stessa miscela di microbi per combattere la Phytopthera che stava decimando i suoi lamponi. "Le piante avrebbero dovuto morire", ha detto al seminario. “Non sapevo cosa sarebbe successo, ma ho pensato di provare i microbi della foresta. Quello che è successo è stato che la Phytopthera è scomparsa. Ho un raccolto al Ringraziamento! Le bacche erano piccole, ma il loro sapore era eccellente. "

Il potere specifico di Lacto

Carandang spiega che si può anche concentrarsi su microbi specifici per risultati mirati. Il più utile è il Lacto bacillus. Questo microrganismo è il cavallo di battaglia del sistema digerente umano (sebbene fortunatamente si trovi anche altrove). Nella fattoria viene utilizzato per compiti simili di digestione, qualcosa che Dierks è stato sollevato di sentire lo scorso inverno dopo che il NOP aveva ordinato che tutto il letame fosse completamente scomposto prima dell'uso. Ha applicato la sua coltura di Lacto bacillus al cumulo di letame accanto al suo campo e il compostaggio è stato più veloce che mai. Allo stesso modo, quando spruzzati sulle piante, i bacilli Lacto digeriranno la biomassa sulle foglie e sui gambi - polvere, per esempio, o fango - rendendo così quel cibo gratuito a disposizione del suo ospite.

"Lacto" è l'unico microbo che Carandang menzionerà per nome, ma è solo uno dei milioni che possono essere raccolti e utilizzati. Le sue istruzioni sono tipicamente semplici: cammina per la fattoria, trova gli elementi che vuoi riprodurre e raccogli i microbi che li circondano. Potresti ottenere i microbi da una pianta di pomodoro particolarmente robusta e spruzzarli sul raccolto del prossimo anno. (Questi intrugli durano mesi, anche anni.) Per creare un promotore della crescita, trova un gambo di fagioli che cresce come un matto, ritaglia le foglie sulla sommità della vite (dove sta avvenendo tutta la crescita) e fai una miscela dei microbi residenti. Fallo con bambù, o anche alghe, che ogni giorno crescono di pochi centimetri.

"Nelle Filippine, usiamo lattuga d'acqua", dice Carandang. “Lo spruzziamo sui cetrioli e boom! Puoi farlo ed essere tre o cinque giorni avanti rispetto agli altri agricoltori locali. Se sei un giardiniere del mercato, può essere un grosso problema ".

Dopo aver parlato per quasi sette ore di fila, Carandang termina il seminario perché la luce del giorno sta iniziando a svanire. L'energia nella stalla aumenta solo. Nonostante il freddo nell'aria e le gambe rigide che ci ha concesso, ora siamo tutti indaffarati, discutendo di come abbiamo intenzione - già - di mettere la tecnologia al lavoro.

Alan Mart si occupa di paesaggistica organica e piani di gestione del suolo. Il suo primo pensiero è raccogliere i microbi dalle radici di salice, che non subiscono shock da trapianto, e applicarli ad altri esemplari più fragili che sta piantando.

Patty Salmon è un allevatore di capre che da anni trasforma la sua fattoria in biologico, ma ha sempre incontrato un muro quando si tratta di nutrirsi. Con solo 8 acri, non può coltivare tutto il grano e il foraggio per la sua mandria di 100 persone. Carandang ha spiegato che suo fratello, un allevatore di polli, fermenta il suo mangime e vi applica il Lacto bacillus. Ciò provoca una pre-digestione che mette a disposizione dei polli una percentuale maggiore di nutrienti e fa sì che mangino meno. Salmon pensa che forse potrebbe estendere la sua portata facendo lo stesso.

A conferire sono anche Doug Gallagher e Annabelle Lenderink di Star Route Farms, una delle fattorie biologiche più antiche e venerate del paese. Gallagher ha sentito parlare di microrganismi benefici 25 anni fa e la fattoria sta già utilizzando alcune varietà acquistate in negozio per combattere la goccia di lattuga e la muffa. Hanno avuto un discreto successo, anche se Gallagher ammette che continuano a usarli, meno a causa di effetti quantificabili e più perché crede nel concetto. È fiducioso che cambierà con i microbi raccolti dalla superficie boscosa della fattoria, che si sono evoluti per prosperare in quel particolare pezzo di terra. E se no, beh, almeno sono gratuiti.

Ovviamente Carandang è brulicante di studenti e delle loro domande dopo il discorso. Mentre aspettano il proprio turno, alcuni raccolgono le due bottiglie marroni pulite sul tavolo pieghevole più grande. Contengono la cultura del bacillo Lacto di Carandang, prodotta nelle Filippine. Li porta con sé per dimostrare un prodotto finito, ma ne ha anche alcuni in vendita. Francamente, però, nonostante tutto il suo fascino, è un pessimo uomo d'affari. Uno studente del laboratorio gli porta una bottiglia e chiede il prezzo.

"Sono dieci dollari", dice Carandang, "ma non è necessario che tu lo compri. Creane uno tuo. Ti garantisco che sarà migliore. "

Gil Carandang offre workshop e, per coloro che non possono partecipare, opuscoli dettagliati sulla coltivazione di microrganismi autoctoni e altre tecnologie innovative. Carandang ha anche scritto un libro sull'argomento, Microrganismi indigeni - Coltiva i tuoi: microrganismi indigeni benefici e bionutrienti nell'agricoltura naturale. Per ordinare scrivere a: Gil Carandang
Fattorie Herbana, Km. 59 burol, Calamba City, Laguna, Filippine, e-mail: gil_carandang@hotmail.com

Per ulteriori aggiornamenti su Rodale Institutericerca e programmazione, seguiteci su Facebook, Instagrame Twitter.

2 pensieri su "Elimina i prodotti chimici utilizzando microrganismi"

  1. La tintura rosa sui semi non è per indicare che un seme di leguminosa è inoculato. È un'indicazione che il seme è stato trattato con fungicidi o insetticidi (che potrebbero non essere visibili) e non deve mai essere utilizzato per scopi alimentari, mangimi o oleosi a causa della sua tossicità.
    Quello che dovrebbe essere fatto, è rivestire semi vulnerabili (di bassa qualità, coltivati ​​chimicamente, altamente ibridati, senza semi nutrienti con poca o nessuna forza vitale intrinseca in essi) con buoni probiotici per prevenire l'attacco di funghi e insetti che in effetti sta cercando di diserbare eliminare e distruggere la genetica intrinsecamente debole e non adatta alla sopravvivenza dei semi di bassa qualità. L'esatto opposto della sopravvivenza del più adatto! Questi semi dovrebbero essere tinti di verde per indicare che hanno trattamenti di biologia vivente che migliorano la vita, non trattamenti che distruggono la vita.
    Ancora meglio è produrre semi di qualità eccellente con molta energia vitale intrinseca, in terreni rigenerati, che non avrebbero bisogno di alcun supporto esterno, ma potrebbero comunque trarne beneficio.

Lascia un Commento

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.