Cos'è la lavorazione del terreno?

La lavorazione del terreno è la pratica di scavare, ribaltare o agitare in altro modo il terreno con strumenti meccanici, tipicamente un aratro o un disco. La lavorazione interrompe la compattazione del suolo, aiuta a eliminare le erbacce e incorpora colture di copertura per aumentare la fertilità del suolo. Questi sono vantaggi importanti, ma la lavorazione del terreno rende anche il suolo vulnerabile all'erosione e distrugge importanti reti fungine sotterranee. Anche la lavorazione del terreno richiede molto carburante e lavoro. Alcuni agricoltori, sia convenzionali che biologici, praticano la lavorazione ridotta o cercano di eliminarla del tutto.

No-till convenzionale vs. biologico

Nei sistemi convenzionali, gli agricoltori possono praticare il no-till utilizzando erbicidi chimici per uccidere le colture di copertura prima della successiva semina. Il no-till biologico, invece, non utilizza input sintetici. Invece, i coltivatori organici senza lavorazione su piccola scala usano strumenti manuali, come zappe e rastrelli. Gli agricoltori biologici su larga scala senza lavorazione possono utilizzare uno speciale attrezzo del trattore chiamato piegatore a rulli (a sinistra), inventato qui a Rodale Institute.

rullo piegatore rotolare giù un raccolto di copertura

Come funziona?

La piegatrice a rulli è un tamburo pieno d'acqua con lame a forma di chevron che si attacca alla parte anteriore di un trattore. Mentre l'agricoltore guida il raccolto di copertura, la piegatrice a rullo falcia le piante, tagliando gli steli ogni sette pollici. La coltura di copertura, ormai terminata, rimane al suolo dove forma una fitta pacciamatura che soffoca le erbacce. Gli attrezzi sul retro del trattore separano quindi il tappetino di copertura, lasciano cadere i semi, ad esempio i semi di soia, e li coprono per garantire il contatto con il suolo. Succede in un unico passaggio, risparmiando tempo ed energia vitali per gli agricoltori. Il raccolto da reddito cresce quindi verso l'alto attraverso il pacciame di copertura.

Guarda la piegatrice a rulli in azione: 

mais senza aratura

Il mais biologico cresce attraverso una stuoia di colture di veccia che è stata terminata usando la piegatrice a rullo

I vantaggi della crimpatura a rullo

Riduce l'erosione

Migliora la salute del suolo

Aggiunge materia organica

Riduce i costi

Riduce il lavoro

Risparmio di tempo

Aumenta la biodiversità

Riduce la pressione delle infestanti

Scegliere un raccolto

Non tutte le colture di copertura sono uguali quando si tratta di no-till biologico. Abbiamo riscontrato il maggior successo con le colture annuali tra cui trifoglio cremisi, segale invernale, orzo invernale, orzo primaverile, avena primaverile, grano saraceno, miglio di coda di volpe, miglio perlato, fava, canapa solare, avena nera, veccia pelosa, piselli e inverno Grano. La piegatrice a rullo non ucciderà le colture di copertura come il trifoglio rosso, che è una biennale; erba medica, che è una pianta perenne; o segale "Marshall", una specie di loietto annuale.

ritaglio di copertina

Preoccupazioni chiave

Il tempismo è tutto-le colture di copertura devono essere interrotte al momento giusto alla fine del loro ciclo di vita. Ciò impedisce loro di a) continuare a crescere dopo essere stati rotolati oppure b) di seminare e spargere. Questo è il motivo per cui, sfortunatamente, non si può usare la piegatrice a rullo per falciare semplicemente un campo di erbacce indisciplinate a metà estate: torneranno in vita. Vuoi rotolare quando il raccolto di copertura raggiunge l'antesi—Quando passa da vegetativo a riproduttivo. In una segale o in un chicco piccolo, questo avverrà in modo quasi uniforme attraverso il campo e noterai la perdita di polline. Nella veccia o nei legumi, che fioriscono in tempi diversi, la regola pratica è di rotolare quando tra il 50% e il 100% del raccolto è in fiore. In generale, i migliori risultati della non lavorazione biologica si ottengono in condizioni climatiche calde e secche.

Segnala