L'acqua è una risorsa preziosa.

Gli esseri umani sono costituiti fino al 60% di acqua (USGS). Stiamo affrontando crisi di scarsità d'acqua e siccità insieme a inondazioni storiche e eventi meteorologici tempestosi. Di fronte a un clima che cambia, come possiamo lavorare meglio con i sistemi naturali della Terra piuttosto che contro di loro?
 
I nostri paesaggi stanno cambiando e anche noi dobbiamo farlo. Ma come?
 
La ricerca mostra che le pratiche agricole convenzionali sono un grande motore delle attuali crisi ecologiche che dobbiamo affrontare. Gli studi dimostrano anche che le sostanze chimiche sintetiche filtrano nei nostri suoli, alimenti e, in definitiva, nei nostri bacini idrografici e hanno un impatto sulla nostra acqua potabile e sulle delicate ecologie che vivono nei nostri torrenti, affluenti e fiumi. Queste sostanze chimiche probabilmente minacciano il benessere ecologico e il sostentamento economico di intere comunità che dipendono da bacini idrografici sani. La lavorazione intensiva rende il suolo del nostro pianeta vulnerabile allo scorrimento nelle acque più vicine, danneggiando sia il suolo che le acque.
 
Il glifosato, un erbicida pervasivo e ingrediente attivo di Roundup®, si lega al suolo e scorre nei bacini idrici lungo il nostro suolo. Uno studio condotto dai Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie ha rilevato che i campioni di urina dell'87% dei bambini e dell'80% degli adulti contenevano quantità rilevabili di glifosato, suggerendo un'esposizione recente e costante a questo probabile cancerogeno che è stato collegato a un una miriade di condizioni di salute (EWG).
 
Secondo un altro studio condotto dall'US Geological Survey, l'USGS ha trovato glifosato nel 40% dei campioni di acqua dolce e nel 70% dei campioni di pioggia (Battaglin, Meyer et al. 2014). E questo è solo un erbicida nel brodo chimico agricolo che contiene innumerevoli altri pesticidi, erbicidi e fertilizzanti.
 
Questa pagina web, sviluppata da Only Organic, ti accompagna in un divertente viaggio a scorrimento attraverso l'elenco di oltre 700 sostanze chimiche vietate per l'uso nelle fattorie biologiche. L'argomento è presentato in modo intelligente, ma il messaggio è chiaro. Dovremmo tutti essere consapevoli del fatto che vi è un uso significativo di sostanze chimiche nelle fattorie convenzionali.
 
Quindi, qual è la nostra parte nel guarire ciò che è rotto? E come possiamo comprendere meglio l'impatto che l'agricoltura ha sui nostri bacini idrografici?

Rapporto sui 40 anni della sperimentazione sui sistemi agricoli

In Rodale Institute'S Rapporto di prova di 40 anni del sistema agricolo (FST), approfondimenti chiave sull'infiltrazione dell'acqua e sulla resilienza agroecologica in tempi di condizioni meteorologiche estreme offrono un percorso in avanti.

Una vista dall'alto degli appezzamenti biologici e convenzionali del Farming Systems Trail.
Le Prova dei sistemi agricoli (FST) confronta vari sistemi di coltivazione convenzionali e biologici su 72 diversi appezzamenti di prova. I dati scientifici generati da questo studio sono fondamentali per la nostra comprensione di come la salute del suolo, la densità dei nutrienti, la resa delle colture e la qualità dell'acqua sono influenzate per un lungo periodo di tempo.
 
I dati del Farming Systems Trail 40-Year Report hanno mostrato che i sistemi biologici nello studio hanno ottenuto risultati migliori rispetto al sistema convenzionale. La gestione organica aumenta la materia organica del suolo e diminuisce la compattazione del suolo, migliorando l'infiltrazione dell'acqua, trattenendo più acqua nel suolo più a lungo e consentendo alle radici di estendersi più in profondità nel suolo. Ciò è particolarmente importante in periodi di condizioni meteorologiche estreme, come la siccità.
 
“Il fatto che l'acqua piovana penetri nel terreno o scorra ha un impatto sugli agricoltori, sulla comunità intorno all'azienda agricola e sull'ambiente in generale. Quando l'acqua si infiltra nel terreno, le colture ottengono un'umidità più consistente, le acque sotterranee vengono reintegrate e l'acqua viene filtrata prima che raggiunga la superficie. Grazie al miglioramento della salute del suolo, dal 15 al 20 percento in più di acqua filtra attraverso il suolo nei sistemi organici”. – Rodale Institute Rapporto di 40 anni sulla sperimentazione dei sistemi di allevamento (pagina 24)

"Grazie al miglioramento della salute del suolo, dal 15 al 20 percento in più di acqua filtra attraverso il suolo nei sistemi organici"

In tempi di inondazioni, i nostri dati mostrano il potere dei sistemi organici di consentire all'acqua di infiltrarsi nel suolo, riducendo al minimo il ristagno idrico e le condizioni di deflusso superficiale che portano all'erosione del suolo, filtrando in profondità nel suolo anziché dilavarsi. Quando un diluvio di acqua piovana o di inondazione provoca il deflusso della superficie del suolo su terreni coltivati ​​in modo convenzionale, porta con sé il terriccio insieme a qualsiasi sostanza chimica sintetica, inclusi fertilizzanti, pesticidi ed erbicidi, che potrebbe essere stata applicata.
 
Le inondazioni in California negli ultimi mesi sono un perfetto esempio di come le fattorie biologiche rigenerative se la cavano meglio delle loro controparti convenzionali in condizioni meteorologiche estreme, come riassunto da questo articolo su Civil Eats.
 
Secondo il Rapporto sui 40 anni dell'FST, "i fertilizzanti convenzionali sono ricchi di nitrati e fosfati solubili che possono essere dispersi nell'ambiente attraverso la lisciviazione e il ruscellamento che peggiora la qualità dell'acqua".
 
Dott. Andrew Smith, Rodale Institute's Chief Operating Officer, condivide che “recenti studi condotti presso Rodale Institute dimostra che puoi avere la tua torta e mangiarla anche tu. Oppure, in altre parole, puoi coltivare acqua pulita mentre produce cibo sano. "
 
In un articolo di ricerca, il dott. Smith evidenzia le intuizioni chiave del Farming Systems Trial e le implicazioni per la qualità dell'acqua del suolo: la compattazione del suolo in FST ha dimostrato di essere inferiore in entrambi i sistemi organici rispetto ai sistemi di coltivazione convenzionali, incluso il convenzionale no-till sistemi che non erano stati coltivati ​​per 12 anni al momento dello studio. Quando il suolo è compattato, le colture sono limitate nella loro capacità di far crescere radici più profonde e l'acqua non può penetrare completamente attraverso il terreno compattato, portando a un rischio maggiore di erosione del suolo e limitando la capacità delle piante di accedere all'acqua di cui hanno bisogno per prosperare in varie condizioni (Pearsons, Omondi et al. 2023).
 
In sintesi, uno dei punti salienti del Rapporto sui 40 anni di FST è che "la gestione organica aumenta le infiltrazioni d'acqua, riempie la falda freatica e non contribuisce all'accumulo di tossine nei corsi d'acqua causato dall'agricoltura convenzionale” (Rapporto 40 anni FST).
 

Grafico che confronta il tasso di infiltrazione dell'acqua per colture convenzionali, leguminose e concime
Figure 16 Tassi medi di infiltrazione d'acqua in ciascuno dei sistemi nella sperimentazione sui sistemi agricoli dal 2019 al 2021.

Capire la scienza dietro come i nostri sistemi di coltivazione hanno un impatto sui nostri bacini idrografici ci consente di tracciare un percorso che tenga conto di come le nostre decisioni quotidiane al supermercato influiscano sulla salute dei nostri bacini idrografici.
 
Sostenere gli agricoltori locali che utilizzano metodi di agricoltura biologica rigenerativa è uno dei modi migliori per investire nella salute dei bacini idrografici e mantenere le sostanze chimiche sintetiche fuori dai nostri bacini idrografici. Di prendendo l'impegno di coltivare acqua pulita, puoi unire le forze con Rodale Institute sostenere gli agricoltori biologici che lavorano per rigenerare la salute delle persone, del suolo e dei bacini idrografici.

Ambasciatori universitari

Rodale Institute sta lavorando a fianco degli studenti universitari per condividere di più sul legame tra acqua pulita e metodi di agricoltura biologica rigenerativa nelle comunità attraverso lo spartiacque del fiume Delaware. Se sei interessato ad aiutarci a diffondere la parola, diventa un ambasciatore del Watershed College! Contatto nadine.clopton@rodaleinstitute.org per iscriverti oggi.